14° Tappa – Da Raggiolo a Poppi passando per Fronzola

E ci siamo !! la tappa conclusiva di questo peregrinare per il Casentino è in vista: sarà Poppi con il suo splendido maniero ad accogliere i passi conclusivi del Poeta  🙂

P1020256

L’ultima tappa è facile e agevole, soprattutto se si pensa ai più di 100 km percorsi ! Scende dalla collina di Fronzola verso le mura e la porta omonima….anche la Sig.ra Rita accompagna il poeta in questo tratto.

Entrato il  Poeta si dirige al Castello e trova  un suo ritratto!!  che onore e che benvenuto gli spettano per il cammino effettuato!

Ed adesso la sorpresa finale contenuta nella Biblioteca del Castello: una Divina Commedia con commento totale in fiorentino di Cristoforo Landino, commisionata da Lorenzo il Magnifico con disegni del Botticelli!!! è il Poeta non sta più nel…vestito!!

Saluti da Poppi e grazie per aver seguito le orme del Poeta!!!…..ma, non è possibile! ha lo sguardo rivolto verso Montemignaio ……non vorrà mica ripartire!

P1020354

Annunci

13° Tappa – Da Talla a Raggiolo passando per Castel Focognano

Il poeta saluta Talla ( sembra che gli abbia preso unpò la mano 😉  ) e parte alla volta di Castel Focognano.

P1010930

E eccolo presso la Torre, che è anche sede di un’antenna dell’Ecomuseo (Centro di documentazione sulla cultura rurale del Casentino), ed i borgo perfettamente conservato dell’abitato di Castel Focognano.

Il percorso oggi è lungo e abbastanza faticoso: ci sarà da varcare la montagna che divide questo splendido insediamento da Ortignano Raggiolo, nella valle del torrente Teggina.

E l’abitato di Raggiolo, non deludeil nostro viaggiatore ! è un piccolo gioiello incastonato tra le pieghe del massiccio del Pratomagno che racchiude in se la veracità dello ” spirito del luogo ” . A Raggiolo ha sede l’Ecomuseo della Castagna e un circuito tematico dedicato alla storia di questo frutto.

 

12° Tappa: da Bibbiena a Talla

Bibbiena – Talla: tappa molto impegnativa oggi per il nostro Poeta

Il borgo del paese di Bibbiena è un intricato diramarsi di viuzze che portano il Poeta fino in Piazzolina: non può mancare una sosta rigeneratrice e pre camminata a base di salumi e formaggio locali e altre leccornie in compagnia di amici.

P1020051
Da Ghega in Piazzolina !

Palazzi storici e chiese antiche attraggono il nostro Poeta che non può fare a meno di entrare per saziare la sua curiosità e il suo amore per la bellezza 🙂

Deciso….si parte alla vota di Talla per visitare il paese e la casa natale di Guido Monaco !

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

11° Tappa – Da Chitignano a Bibbiena passando per Sarna

Durante la discesa da Chitignano il Poeta non omette di passare da Sarna, gioello perfettamente conservato crocevia della Via Romea di Stade che lo attraversa provenendo dalla Vallesanta e proseguendo per Arezzo.

Bibbiena lo aspetta all’orizzonte con i suoi palazzi e le sue ricchezze artistiche !

10° Tappa – Da Caprese a Chitignano

Catenaia punto di valico per tornare in Casentino ma anche punto panoramico d’eccezione da cui scorgere tutta la città di Arezzo e la provincia, monte dirimpettaio del Massiccio del Pratomagno.

Il Poeta arriva oggi nel comune di Chitignano, bellissimo borgo arroccato sulle pendici delle colline del basso Casentino, e dopo un piacevole ristoro si reca al Castello degli Ubertini, maniero perfettamente conservato che accoglie, per oggi, le sue stanche membra.

9° Tappa – Da Chiusi della Verna a Caprese Michelangelo

Il nostro Poeta parte oggi alla volta di Caprese Michelangelo e ma fatti pochi passi si imbatte in un’indicazione pressochè stupefacente …..la Roccia di Adamo !! quella ritratta nella Cappella Sistina…!! qui! a Chiusi della Verna!! Stupefacente !

P1010522
Chiesa di San Michele

a Caprese il Poeta si dirige ad un edificio in particolare ovvero quello che si dice essere la casa natale di Michelangelo Buonarroti e da cui si gode un assaggio del panorama sulla Valtiberina.

e domani si torna in Casentino…..direzione Chitignano.

8° Tappa – Da Rimbocchi a Chiusi della Verna Santuario

 

Ode alla Foresta secolare della Verna! e anche il Sommo Poeta rimane senza parole davanti a tanta magnificenza 🙂 ! La faggeta millenaria che accoglie e protegge è un tripudio di canti di uccelli e un rigoglìo di fiori !P1010674

E in punta di piedi il Poeta decide di vercare le mura del Santuario Francescano ed è ricompensato dalla calorosa accoglienza dei religiosi e dalla bellezza delle Robbiane, veri e propri candidi gioielli, frutto dell’ingegno della famiglia dei Della Robbia nel 1500.

P1010659
“Annuciazione” – Robbiana -1500

Questo slideshow richiede JavaScript.

7° Tappa – Da Badia Prataglia a Chiusi della Verna

Il paese di Badia Prataglia è un gioello , nel cuore del Parco Nazionale delle Foreste Casentinescon un Centro Visita accogliente e fornito di pubblicazione tematiche anche a tema dantesco ;).

 

Il percorso del Poeta attraversa dunque il torrente Archiano e sale su Monte La Cesta in direzione Rimbocchi: la Vallesanta, ponte tematico e fisico tra Camaldoli e La Verna, si apre ai suoi piedi e finalmente di fronte a sè può scorgere il monte sacro di San Francesco.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

6° Tappa – Da Camaldoli a Badia Prataglia

Fresche fronde e torrenti gorgoglianti continuano ad assistere il Poeta che oggi lascia Camaldoli, alla volta della località di Badia Prataglia ( nel comune di Poppi ).

Il percorso lo porta a passare per Serravalle, un piccolo borgo perfettamente conservato e arroccato sulle pendici dell’Appennino, oggi minacciato dalla pioggia.

Il percorso in foresta dona qua e là scorci suggestivi sulla valle

P1010306

ed accompagna il Poeta fino a Badia Prataglia, dove incotra una coppia di pellegrini provenienti dalla Francia e dove non manca di visitare eringraziare per la protezione del  Cammino nella splendida chiesa romanica.

Domani il Poeta attraverserà la Vallesanta …e già si scorge il Monte de La Verna !

5° Tappa – Da Pratovecchio fino a Camaldoli

Il Cammino riprende il suo percorso in Appennino e risale le pandici del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi: lasciamo il comune di Pratovecchio Stia alla volta del complesso monastico di Camaldoli.

Il Poeta segue il segnavia francescano e il sentiero CAI 72 passando per Ama e Lonnano, e incontrando Don Francesco Pasetto, esperto e conoscitore delle montagne casentinesi

e il rifugio di Asqua, poco prima di arrivare al Monastero di Camaldoli.

Il Poeta ha poi proseguito per l’Eremo, il cuore del complesso religioso, racchiuso delle immense abetine pure che oggi sono protette dal Parco Nazionale.

Questo slideshow richiede JavaScript.